Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mentre il presidente José Mujica parla della necessità di organizzare un referendum per verificare l'appoggio popolare alla contestata legalizzazione della marijuana -approvata dai deputati e in attesa del via libera del senato- è già aperto il dibattito in Uruguay sul prezzo di vendita della futura 'erba di Stato'.

Julio Calzada, direttore dell'ente pubblico che si occupa di droga, ha detto durante il week end che il governo punta a un prezzo di 50 pesos (1,7 euro) il grammo, segnalando che "non è troppo al di sopra né al di sotto del prezzo sul mercato nero".

Questa stima è stata però messa fortemente in discussione da molti, compresi alcuni responsabili della polizia antidroga, secondo i quali "in tempi normali, un grammo di marijuana costa 20 pesos (0,7 euro), quando ci sono difficoltà di approvvigionamento si arriva anche a 30 pesos (1,06 euro) ma mai a 50 pesos, è una follia".

Secondo queste fonti -citato dal quotidiano El Observador- se il prezzo della cannabis legale risultasse così elevato "la comprerebbe solo chi ha soldi, mentre gli altri continueranno a cercarla sul mercato nero, o potrebbero perfino pensare di rubare le farmacie".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS