Navigation

Usa: aborto, California obbliga campus a offrire pillola

La California ha approvato una legge che richiede alle università pubbliche di offrire nei campus i farmaci per l'interruzione della gravidanza. KEYSTONE/AP/BEN MARGOT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 settembre 2019 - 09:07
(Keystone-ATS)

Segnando una nuova frontiera sui diritti legati all'aborto, la California ha approvato una legge che richiede alle università pubbliche di offrire nei campus i farmaci per l'interruzione della gravidanza.

Il provvedimento, che userà soldi raccolti da donatori privati per formare ed equipaggiare i centri medici dei campus, è stato caldeggiato da un movimento studentesco all'università di Berkeley e ha portato all'introduzione di una misura simile in Massachusetts.

I gruppi anti abortisti hanno annunciato che se il governatore democratico Gavin Newsom firmerà la legge, come sembra orientato a fare (ha tempo un mese), la impugneranno.

Il provvedimento interesserebbe 34 campus con circa 750'000 studenti: 11 sotto l'ombrello della University of California e 23 sotto quello del sistema statale universitario californiano. Secondo uno studio del 2018 centinaia di studenti in questi college chiedono ogni mese l'aborto farmacologico, ossia la pillola del giorno dopo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.