Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - La Google sta finalizzando un accordo che permetterà all'agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti di indagare su un attacco hacker contro la stessa Google che potrebbe aver avuto origine in Cina. Lo riferisce oggi il Washington Post.
Citando fonti informate, anonime, il quotidiano americano sottolinea che scopo dell'accordo è proteggere la stessa Google e i suoi utenti da eventuali attacchi futuri. La Nsa (National security agency) è l'organizzazione più potente al mondo che si occupa di sorveglianza informatica e l'accordo, aggiungono le stesse fonti, e l'accordo con la Google ne consentirà l'azione ma senza violare la privacy online. In altri termini, la Nsa non avrà accesso ai dati sulle ricerche in rete da parte degli utenti, oppure ad account di posta elettronica, così come non condividerà con Google la proprietà su informazioni raccolte.
Nei giorni scorsi Google aveva annunciato di aver subito un 'cyberattacco' senza precedenti intorno alla metà di dicembre con sospetti che avesse avuto origine in Cina.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS