Gli Stati Uniti accusano la Cina di continuare la campagna di furto di proprietà intellettuale e tecnologia.

L'accusa è contenuta in un rapporto di 53 pagine pubblicato dal Dipartimento del Commercio a pochi giorni dall'incontro fra Donald Trump e il presidente cinese Xi Jinping al G20.

"La Cina non ha alterato le proprie azioni, le proprie politiche e le proprie pratiche sul trasferimento di tecnologia, proprietà intellettuale e innovazione" si legge nel rapporto, nel quale si precisa che Pechino ha addirittura "preso ulteriori irragionevoli azioni negli ultimi mesi".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.