Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli Stati Uniti per la prima volta lanciano un appello al dialogo alla Cina perché il governo di Pechino blocchi l'escalation senza precedenti di 'cyberattacchi' contro le istituzioni e le imprese americane.

"Tre cose chiediamo alla Cina", ha spiegato Tom Donilon, consigliere per la sicurezza della Casa Bianca, sottolineando come "instaurare un rapporto costruttivo" a tutto campo con la nuova leadership di Xi Jinping è una delle priorità assolute della politica estera del secondo mandato del presidente americano Barack Obama.

"Primo - ha detto Donilon - chiediamo che la Cina riconosca l'urgenza e la portata del problema del furto di dati e dei rischi che comporta per il commercio internazionale, per la reputazione stessa dell'industria cinese e per il complesso delle nostre relazioni. Secondo, Pechino dovrebbe compiere seri passi per indagare e bloccare queste atttività. Terzo - ha concluso il consigliere alla sicurezza di Obama - la Cina deve impegnarsi con noi in un dialogo costruttivo e diretto per fissare norme di comportamento accettabili in materia di cyberspazio".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS