Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Facendo appello al "buon senso comune", il presidente Barack Obama dal Minnesota ha nuovamente esortato pubblicamente il Congresso ad agire per dare un giro di vite al controllo sulle armi, sottolineando anche che "non dobbiamo essere d'accordo su tutto per essere d'accordo sul fatto che è ora di fare qualcosa".

"Nessuna legge o serie di leggi può rendere i nostri figli completamente sicuri", ma "passi di base, di buon senso possono ridurre la violenza delle armi", ha detto Obama parlando ieri ad un platea di agenti di polizia e funzionari di Minneapolis, una città che negli ultimi anni ha irrigidito i controllo sulle cosiddette armi facili.

"Ci sono state molte dichiarazioni, molte discussioni, molta pubblicità, ma non abbiamo ancora fatto nulla di concreto", ha detto ancora il presidente, affermando che fare leggi per impedire la diffusione di armi d'assalto e di caricatori con oltre 10 colpi - due misure comprese nel pacchetto che ha presentato il 16 gennaio scorso - "non sarà una soluzione perfetta, ma può fare la differenza".

Al tempo stesso, Obama ha assicurato che "non c'è alcuna legislazione per eliminare tutte le armi, non è stata proposta alcuna normativa per sovvertire il Secondo Emendamento" che garantisce il diritto di portare armi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS