Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nakoula Basseley Nakoula, il cristiano copto di origini egiziane che vive A Los Angeles e che dice di essere uno dei produttori del film anti-islam che ha scatenato proteste in tutto il mondo, è stato arrestato per violazione della libertà condizionata. Non avrà la possibilità di ottenere la libertà su cauzione, ha indicato la procura di Los Angeles.

Il 55enne era stato condannato nel 2010 a 21 mesi di prigione per frode bancaria ed è stato arrestato ieri per aver violato in otto occasioni la libertà condizionata relativa a quel caso. L'uomo avrebbe inoltre reso false dichiarazioni agli inquirenti ed utilizzato tre falsi nomi.

Il giudice Suzanne Segal ha quindi deciso che Nakoula sarà incarcerato senza la possibilità di essere liberato su cauzione, a causa del rischio di fuga e del fatto che l'uomo rappresenta un pericolo per la comunità.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS