Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli Stati Uniti hanno catturato nel corso di un raid uno dei sospetti terroristi che l'11 settembre 2012 hanno attaccato il consolato americano di Bengasi uccidendo quattro cittadini Usa, tra cui l'ambasciatore Chris Stevens. Lo riferisce il Washington Post.

Il nome del sospetto terrorista è Ahmed Abu Khattala. È stato catturato dalle forze speciali dell'esercito Usa, in collaborazione con l'Fbi, nel corso di un blitz avvenuto vicino a Bengasi. Si trova ora prigioniero in un una località segreta fuori dalla Libia. Nel corso dell'operazione - spiegano fonti militari - non ci sono state vittime.

Per il Washington Post si tratta di un'importante vittoria per il presidente Barack Obama, a lungo criticato proprio per non essere riuscito a prendere i responsabili dell'attentato al consolato Usa.

SDA-ATS