Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - L'economia americana dovrebbe espandersi del 3,5% nel 2010 per poi accelerare "un po'" nel 2011. Lo ha affermato il presidente della Fed Ben Bernanke nel corso di un'audizione alla commissione bilancio della Camera.
La ripresa economica "non è forte come vorremmo", spiega Bernanke. "La ripresa è iniziata nella seconda metà dello scorso anno ed è proseguita a un tasso moderato fino a ora: sostenuta dalla politica monetaria e dagli sforzi per stabilizzare il sistema finanziario, l'economia americana sembra instradata a continuare a crescere quest'anno e il prossimo. La Fed prevede che il pil si espanderà intorno al 3,5% nel 2010 e un po' più velocemente nel 2011. Questo tasso di crescita - spiega Bernanke - sarà probabilmente associato solo a una lenta riduzione della disoccupazione".
"Il sostegno delle politiche fiscali diminuirà probabilmente nel corso dell'anno, ma i dati recenti suggeriscono che un aumento della domanda privata sosterrà la ripresa dell'attività economica. La spesa dei consumatori probabilmente crescerà a un tasso moderato, sostenuta da un graduale aumento dell'occupazione e del reddito, da una maggiore fiducia e dal miglioramento delle condizioni del credito".

SDA-ATS