Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Il presidente della Federal Reserve americana Ben Bernanke, tornando a chiedere nuove regole stringenti per evitare il ripetersi di bolle speculative, non ha escluso di ricorrere all'arma dei tassi di interesse per arginare il rischio.
In un intervento alla riunione annuale della American Economic Association, ad Atlanta in Georgia, Bernanke ha difeso l'azione della Fed allo scoppiare della crisi, attraverso tassi ai minimi storici e vicini allo zero, ricordando però che si tratta di una misura temporanea per superare i momenti più diffcili.
Secondo la stampa americana, nel suo intervento Bernanke ha di fatto lasciato chiaramente intendere che i Fed Funds risalirannno nelle prossime settimane o nei prossimi mesi, ora che il peggio sembra passato. È una delle prime volte che il presidente della Fed interviene in maniera così ampia e precisa sulla crisi che ha investito gli Stati Uniti defindendola "forse la peggiore della storia moderna".
"Tuttavia - ha tra l'altro detto Bernanke - se non saranno realizzate le riforme adeguate, o se saranno fatte in maniera insufficiente per arginare l'emergere di pericolosi rischi finanziari, dobbiamo rimanere aperti all'uso dello politica monetaria come strumento per rispondere a questi rischi, procedendo con cautela e senza mai dimenticare quali sono le difficoltà legate a questo approccio".
La Fed era stata criticata per avere mantenuto troppo a lungo i tassi ad un livello molto basso all'inizio del 2.000, aiutando a gonfiare la bolla immobiliare che ha poi provocato la crisi attuale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS