Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il sito web ufficiale della maggiore agenzia di intelligence Usa, la National security Agency (Nsa) è andato in black-out, e subito gli hacker di Anonymous si sono affrettati ad affermare che è stata opera loro. La Nsa afferma invece che si è trattato di "un errore tecnico".

Dopo che ormai da alcune ore il sito era inaccessibile, una portavoce ha confermato che c'erano dei problemi e che erano in corso verifiche. "Ci stiamo lavorando", si è limitata ad affermare. Allo stesso tempo, altre fonti hanno fatto sapere che non c'erano indicazioni di un'intrusione di pirati informatici né tanto meno di una sottrazione di dati.

Tuttavia, già poco meno di un'ora dopo che il sito era andato in panne, su Twitter sono cominciati a uscire cinguettii da account riconducibili ad Anonymous, più o meno attendibili, che lasciavano intuire che si è trattato di una loro azione di rappresaglia per l'attività di sorveglianza elettronica globale condotta dalla Nsa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS