Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

USA: cameriera di Trump lo accusa, assunta anche se illegale

Victorina Morales, cameriera guatemalteca che da anni lavora nel club di golf del presidente Donald Trump in New Jersey, è uscita allo scoperto autodenunciandosi come residente illegale.

KEYSTONE/AP/JULIO CORTEZ

(sda-ats)

Victorina Morales, cameriera guatemalteca che da anni lavora nel club di golf del presidente Donald Trump in New Jersey, è uscita allo scoperto autodenunciandosi come residente illegale.

La donna ha spiegato al New York Times di averlo fatto perché nauseata della retorica anti-migranti del capo della Casa Bianca.

Parlando attraverso un avvocato specializzato in cui di immigrazione, Victorina si è detta "stanca dell'abuso, degli insulti, del modo in cui parla di noi quando sa che stiamo aiutandolo a fare soldi. Sudiamo per rispondere a qualsiasi suo bisogno ma dobbiamo sottoporci a questa umiliazione".

La Morales è arrivata illegalmente dal Guatemala nel 1999 e dal 2013 lavora a Bedminster pur essendo senza documenti. La donna è consapevole che, uscendo allo scoperto, ha rischiato il licenziamento e, peggio, lêspulsione dagli USA

Nel frattempo ha presentato domanda di asilo e sta valutando se fare causa alla Trump Organization per abuso e discriminazione sul luogo di lavoro.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.