Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Usa Barack Obama potrebbe porre il veto sull'oleodotto Keystone se il progetto sarà approvato dal Congresso a maggioranza repubblicana. Lo rende noto la Casa Bianca. Il piano era stato bocciato lo scorso anno dal Senato ancora a maggioranza democratica ed è uno dei più sostenuti dai repubblicani: l'impianto ha un valore di quasi sei miliardi di dollari e dovrebbe trasportare il petrolio canadese alle raffinerie nell'area del golfo del Messico.

È la prima volta che la Casa Bianca interviene direttamente, con la minaccia del veto, sulla legge dell'oleodotto, fortemente combattuto dagli ambientalisti, e che i repubblicani vogliono far passare come primo progetto dopo l'insediamento al Congresso.

"Se la legge sarà approvata, il presidente non la firmerà", ha detto il portavoce della Casa Bianca, Josh Earnest, ribadendo che Obama vuole attendere il parere del Dipartimento di Stato, che ha la giurisdizione sugli oleodotti cross-border. È il primo segnale di un probabile scontro fra il presidente e il Congresso, ora a controllo completo dei repubblicani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS