Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - L'avvocato delle vittime del clero pedofilo Jeff Anderson alza il tiro e sferra un nuovo attacco al cuore del Vaticano: a nome di un uomo sordomuto che adesso vive in Illinois Anderson ha denunciato in un tribunale federale di Milwaukee la Santa Sede, papa Benedetto XVI e i cardinali Angelo Sodano, ex segretario di Stato e decano del Collegio cardinalizio, e Tarcisio Bertone, successore di Sodano alla Segreteria di Stato - definendoli i "vertici della piramide del silenzio" - per aver protetto padre Lawrence Murphy, il prete del Wisconsin accusato di aver abusato di lui quando era ragazzo e di altre decine di bambini sordomuti.
All'azione legale sono allegate due lettere, una con ricevuta di ritorno, inviate al cardinal Sodano, all'epoca segretario di Stato, in cui la vittima chiede se papa Giovanni Paolo II "scomunicherà" padre Murphy, che 'ha ammesso di aver molestato 34 bambini sordi''.
Questi bambini, si legge nella prima lettera a Sodano, scritta a mano e datata 5 marzo 1995, "vivevano in dormitori senza possibilità di fuga. Io sono uno di loro".
L'azione legale contro il Vaticano è in linea con le denunce che lo stesso Anderson ha sporto contro la Santa Sede in Kentucky e in Oregon. E' però la prima a chiamare come corresponsabili l'allora cardinale Joseph Ratzinger, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, l'allora segretario di Stato Vaticano Sodano e Bertone, all'epoca stretto collaboratore di Ratzinger.

SDA-ATS