Navigation

Usa: cinese Dagong taglia rating ad 'A', outlook negativo

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2011 - 07:22
(Keystone-ATS)

L'agenzia di rating cinese Dagong Global Credit ha tagliato il giudizio sugli Usa da 'A+' ad 'A', con outlook negativo, dopo l'accordo anti-default varato dal Congresso americano per l'aumento del tetto del debito. Lo riferisce l'agenzia Nuova Cina.

La decisione americana di aumentare il tetto del debito, secondo il comunicato della Dagong, non cambierà il fatto che la crescita del debito nazionale degli Stati Uniti ha superato quello della sua economia e delle entrate fiscali, il che porterà al declino della sua capacità di ripagare il debito.

La Cina è il maggiore detentore di debito americano, con 1.150 miliardi di dollari alla fine di aprile. La Dagong aveva già abbassato il rating americano da 'AA' a 'A+' lo scorso novembre. Secondo l'agenzia cinese, l'aumento del tetto del debito americano mostra che non ci saranno cambiamenti positivi nei fattori che influenzano la capacità di ripagare il debito.

L'agenzia di rating americana Moody's ha dal canto suo declassato da "stabili" a "negative" le prospettive future della valutazione del debito pubblico degli Stati Uniti, rimasta "AAA", la migliore possibile.

Moody's ha rilevato il rischio che il paese perda questa valutazione se ci sarà "un indebolimento della disciplina di bilancio l'anno prossimo" o se "la congiuntura economica si deteriorerà considerevolmente".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?