Navigation

Usa: Credit Suisse accusato di manipolare mercato obbligazionario

Nuovi guai giudiziari negli Usa. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2020 - 08:37
(Keystone-ATS)

Dieci delle più grandi banche al mondo, tra cui Credit Suisse, sono accusate negli Stati Uniti di manipolare il mercato delle obbligazioni societarie.

Secondo una causa collettiva inoltrata ieri presso la corte federale di Manhattan, a New York, i dieci istituti hanno praticato prezzi troppo elevati da quasi quattordici anni.

Secondo i documenti pubblicati dal tribunale, che riportano le accuse dei querelanti, le banche hanno violato la legge anti monopoli e hanno causato danni finanziari agli investitori.

Oltre a Credit Suisse, gli istituti in causa sono JPMorgan Chase, Bank of America, Barclays, Citigroup, Deutsche Bank, Goldman Sachs, Morgan Stanley, Royal Bank of Scotland e Wells Fargo. La maggior parte delle banche, tra cui Credit Suisse, si è rifiutata di commentare l'accusa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.