Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'economia americana ha creato nel mese di giugno 195.000 posti di lavoro, più dei 165.000 attesi dal mercato. Il tasso di disoccupazione è rimasto fermo al 7,6%. Lo comunica il Dipartimento del lavoro.

Sono stati rivisti in meglio anche i dati di aprile e maggio, con 70.000 posti di lavoro in più creati nei due mesi rispetto alle cifre comunicate in precedenza.

A giugno i nuovi posti di lavoro sono stati creati soprattutto nel commercio e nei servizi mentre c'è stato un calo nel settore manifatturiero. L'edilizia ha generato 13.000 nuove posizioni, segnando il numero più alto negli ultimi tre mesi.

Il rapporto del Dipartimento del Lavoro sottolinea però anche un aumento nel numero dei cosiddetti scoraggiati.

Secondo la Casa Bianca, "mentre resta del lavoro da fare", i dati sulla disoccupazione diffusi oggi "forniscono un'ulteriore conferma che l'economia degli Stati Uniti sta continuando a riprendersi dalla peggiore recessione dalla Grande Depressione".

La Casa Bianca sottolinea che l'occupazione nel settore privato è salita ormai per 40 mesi consecutivi, e che nello stesso periodo sono stati assegnati in totale 7,2 milioni di posti di lavoro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS