Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

All'indomani della strage di Newtown, malgrado l'indignazione popolare, com'è noto, il Congresso non riuscì ad approvare una riforma più severa sui controlli ai possessori delle armi. Un brutto colpo per Obama in prima linea contro l'eccessiva diffusione dei fucili e delle pistole. Ma nella legislazione statale, quella nelle singole realtà americane, non solo non s'è andati avanti nella direzione auspicata dalla Casa Bianca: la situazione - si scopre ora - è persino peggiorata.

Come rileva il New York Times, nei 12 mesi successivi al massacro della Sandy Hook sono state approvate definitivamente dai vari Stati ben 109 provvedimenti in materia. E, di questi, 70 prevedono un allentamento dei controlli, mentre solo 39 impongono più restrizioni a carico dei possessori di armi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS