Navigation

Usa: due docenti usano il laboratorio per produrre droghe

Uno dei due docenti arrestati, Terry D. Bateman KEYSTONE/AP Clark County Sherrifs Office sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 novembre 2019 - 19:34
(Keystone-ATS)

Non è un episodio di "Breaking Bad", ma quanto realmente accaduto in Arkansas. Due professori sono stati accusati di aver utilizzato le loro competenze per produrre metanfetamina nei laboratori dell'università.

Il dipartimento dello sceriffo della contea di Clark ha fatto sapere che si tratta di due docenti di chimica, il 45enne Terry D. Bateman e il 40enne Bradley A. Rowland, che sono stati arrestati nei giorni scorsi con l'accusa di aver prodotto metanfetamina all'interno della Henderson State University.

Il laboratorio, come riporta il New York Times, è stato chiuso l'8 ottobre a causa di un forte odore chimico, e gli esami hanno rivelato che si trattava di cloruro di benzile, sostanza che può essere usata per produrre la droga sintetica. I due erano già stati messi in congedo amministrativo l'11 ottobre, e il laboratorio è stato riaperto il 29 ottobre dopo che il lavoro di bonifica è stato terminato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.