Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Due aerei di linea in fase di atterraggio a New York si sono trovati a meno due ore e mezza l'uno dall'altro a pericolosa distanza ravvicinata con altrettanti droni, circa 30 metri.

Il primo, riferisce la Cnn citando la Federal Aviation Administration, era un volo della JetBlue in avvicinamento ieri verso le due e mezza del pomeriggio allo scalo Jfk. Il pilota ha comunicato alla torre di controllo di aver visto un drone passare appena sotto la prua del velivolo, ad una quota di 800-900 piedi. Un aereo della Delta, verso le cinque, ha a sua volta comunicato di aver visto un drone passare sotto la sua ala destra. Entrambi gli aerei sono poi atterrati senza problemi, ma la notizia suscita nuovo allarme, anche perché in teoria gli aerei senza pilota non potrebbero volare ad una distanza minore di cinque miglia dagli aeroporti e ad una quota maggiore di 400 piedi.

"Se finiscono nel motore di un aereo in volo possono distruggerlo", ha sottolineato un esperto citato dalla Cnn, Phil Derner di NYCaviation.com. O peggio, ha aggiunto, possono schiantarsi sui vetri della cabina di pilotaggio e possono ferire o uccidere il pilota". E le conseguenze possibili sono immaginabili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS