Navigation

Usa: Eminem fu interrogato per canzone contro Ivanka Trump

Eminem interrogato per una canzone contro la figlia del presidente Trump KEYSTONE/FR103966 AP/Jason DeCrow sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2019 - 17:43
(Keystone-ATS)

Eminem è stato interrogato dai Secret Service americani per i suoi "testi minacciosi" nei confronti di Ivanka Trump, la figlia del presidente Donald Trump.

Secondo quanto riporta BuzzFeed, nel mirino è finita la canzone del 2017 Frame, in cui il rapper si chiede perché la figlia del tycoon fosse nel bagagliaio della sua auto e dicendo poi che la "stupida ragazzina bionda" è stata "buttata nello stagno".

Il caso pare che sia stato aperto in seguito ad una email inviata da un "cittadino preoccupato" all'agenzia che si occupa della sicurezza del presidente e della sua famiglia. "Voglio sapere se l'agenzia sta indagando su Eminem per i suoi testi minacciosi sulla first daughter Ivanka", ha scritto.

I dirigenti del Secret Service hanno contattato Eminem tramite i suoi avvocati alla fine del 2017 e lo hanno interrogato a gennaio 2018. Ma poi hanno deciso che il caso non era da trasmettere ad un procuratore federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.