La famiglia americana Sackler - che controlla Purdue Pharma, la società farmaceutica al centro dell'epidemia da oppiacei negli Stati Uniti - ha usato conti in Svizzera per trasferire circa un miliardo di dollari.

Lo sostiene la procuratrice dello stato di New York Letitia James. In agosto la magistrata ha chiesto a una trentina di istituti finanziari che avevano fatto affari con i Sackler di fornire informazioni al fine di valutare i beni della famiglia. La documentazione raccolta "mostra trasferimenti di denaro di circa 1 miliardo di dollari tra i Sackler, le entità che controllano e varie istituzioni finanziarie, alcune delle quali hanno trasferito fondi su conti svizzeri", afferma James in un comunicato diffuso ieri che confermava una notizia del New York Times.

La procuratrice non ha rivelato il nome delle banche elvetiche coinvolte, ma ha fatto presente di non aver ancora ottenuto tutti i documenti richiesti. La rivista Forbes stima il patrimonio della famiglia Sackler a circa 13 miliardi di dollari, un importo che gli interessati però smentiscono.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.