Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - Un detenuto che sosteneva di essere allergico ad una delle sostanze usate dal boia è stato messo a morte oggi in Ohio dopo che sono stati respinti tutti i suoi ricorsi all'esecuzione.
Darryll Durr, un afro-americano di 46 anni, era stato condannato a morte nel 1988 per avere stuprato e ucciso una ragazza di sedici anni nascondendo poi il cadavere in una scarpata.
I legali di Durr avevano fatto ricorso alla Corte Suprema sostenendo che il condannato era allergico ad una delle sostanze usate dal boia nel cocktail mortale iniettato nel corpo.
Secondo i legali la reazione del condannato alla sostanza a cui era allergico, l'elemento tranquillante del cocktail, avrebbe potuto causare dolori 'inumani' al carcerato.
Ma la Corte Suprema dell'Illinois ha respinto la richiesta e Durr è stato messo a morte alle 10.36 locali.
Le esecuzioni con iniezione erano state rimesse in discussione in Ohio l'anno scorso dopo che un boia non era riuscito a trovare la vena del condannato Romell Broom, che era così uscito vivo dalla camera della morte.
Quella di Durr è stata la tredicesima esecuzione effettuata quest'anno negli Stati Uniti.

SDA-ATS