Navigation

Usa: eseguita condanna a morte, iniezione per suprematista bianco

L'esecuzione ha sollevato proteste. KEYSTONE/AP/Michael Conroy sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2020 - 08:15
(Keystone-ATS)

Il governo americano ha eseguito la prima condanna a morte federale dal 2003, in seguito alla fine della moratoria, voluta da Trump.

Dopo il via libera della Corte Suprema, che ha annullato il rinvio deciso da un giudice distrettuale, è stato messo a morte con un'iniezione letale Daniel Lee, 47 anni, un suprematista bianco di Yukon, Oklahoma, accusato di aver ucciso negli anni '90 una famiglia in Arkansas nell'ambito di un piano per realizzare una nazione solo bianca.

"Non l'ho fatto, state uccidendo un innocente", ha detto prima dell'esecuzione, avvenuta nel carcere di Terre Haute, in Indiana.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.