Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Fa causa al mondo per tutti i penny che gli sono stati rubati e per essere stato infettato da un cane con la rabbia. Anton Purisima, 62 anni, newyorkese, passerà forse alla storia per aver presentato una causa al tribunale di Manhattan in cui chiede danni per una cifra impronunciabile, a 32 zeri.

Secondo Purisima, sono tanti coloro che devono essere chiamati al banco degli imputati: dagli ospedali, alla rete di trasporti di New York, ai ristoranti, agli aeroporti, che a suo dire troppo spesso hanno sovraccaricato il prezzo del suo caffè.

Le accuse vanno dalla violazione dei diritti umani, alle lesioni personali, alla discriminazione, frode, tentato omicidio, e chi più ne ha più ne metta. Purisima ha fatto causa a "Au Bon Pain" (catena di caffetteria/panetteria) perché secondo lui i cornetti sono terribili, oltre che alla padrona di una cane, apparentemente con la rabbia, che lo ha morso ad un dito mentre era su un autobus pubblico. Non è scampata neanche una coppia di cinesi che ha scattato foto senza autorizzazione, mentre veniva curato in un ospedale.

Secondo quanto scrive il "New York Post", la causa sostiene che tutti i danni e i dolori che la vittima ha subito non possono essere quantificati in denaro e per questo sono "priceless", senza prezzo.

SDA-ATS