Navigation

Usa: Fauci, "non parlo con Trump da due settimane"

L'immunologo Anthony Fauci (foto d'archivio) KEYSTONE/AP/Alex Brandon sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 giugno 2020 - 11:31
(Keystone-ATS)

L'immunologo Anthony Fauci, consigliere della Casa Bianca per il Covid-19, ha dichiarato in un'intervista che da due settimane non ha più parlato con il presidente americano Donald Trump.

In un intervista alla radio pubblica WAMU di martedì (ora locale), Fauci ha dichiarato di aver parlato per l'ultima volto con il presidente Trump circa due settimane fa, quando l'attenzione era concentrata sui progressi nello sviluppo di un vaccino.

Fauci, che oltre ad essere consulente del governo americano dirige l'Istituto nazionale per le malattie infettive, ha detto che una seconda ondata di infezioni "non è inevitabile". L'impostante sarà poter ricostruire i contatti delle persone infette per prevenire nuovi contagi. Fauci ha inoltre invitato i partecipanti alle proteste contro il razzismo e la violenza della polizia ad indossare mascherine di protezione.

Le dichiarazioni di Fauci arrivano in un momento in cui le cifre sulle infezioni di coronavirus aumentano negli USA e diversi Stati hanno introdotto le prime misure di allentamento del lockdown.

Con 2,13 milioni di casi confermati di Covid-19, gli Usa son il Paese con il maggior numero di contagi al mondo, davanti al Brasile (più di 923.180 casi) e alla Russia (più di 544.700 casi), secondo gli ultimi dati diffusi mercoledì mattina dalla Johns Hopkins University.

Gli Stati Uniti sono anche i più colpiti per numero di morti, che con 840 nuovi decessi sono saliti a 116.963. Segue il Brasile con più di 45 200 morti, davanti alla Gran Bretagna con oltre 42 000 vittime.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.