Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un'ondata di freddo artico, neve e pioggia gelata che nei giorni scorsi imperversa nel Midwest degli Stati Uniti e ha causato la morte di 11 persone, dovrebbe nelle prossime ore allargarsi, arrivando a minacciare la California e il Nevada così come, verso la fine del week-end, la costa orientale, con il New England e lo stato di New York.

I disagi più forti sono stati finora registrati nel Sud, dove la neve ha lasciato centinaia di migliaia di persone senza elettricità, ha portato alla cancellazione di quasi duemila voli e ha causato numerosi incidenti stradali, in particolare nel Nord del Texas.

A causa del maltempo, a Dallas è stata cancellata la tradizionale maratona in programma per domani e altri eventi pubblici sono stati cancellati in altri stati, in particolare in Wisconsin. Sin da mercoledì, in cinque stati sono caduti fino a 70 centimetri di neve, riferisce la Nbc News aggiungendo che l'allarme maltempo è stato diffuso in Texas, Oklahoma, Arkansas, Illinois, Louisiana, Indiana, Kentucky e Ohio.

Solo una piccola parte della costa Est è stata risparmiata, mentre in Wyoming sono state registrate temperature fino a 30 gradi sotto zero. Il fenomeno ha raggiunto anche stati normalmente temperati in questa stagione.

In alcune zone del Nevada sono stati registrati picchi da 25 sotto zero, e non si esclude che possa nevicare anche a Las Vegas. E i primi centimetri di neve della stagione, secondo alcuni meteorologi, potrebbero cadere domani anche a Washington e New York.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS