Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una probabile "faccenda di cuore" scuote il Pentagono. Il segretario alla Difesa americano, Ash Carter, ha infatti silurato il suo principale consigliere militare. E al Dipartimento della Difesa, tra lo stupore generale, è giallo sui reali motivi della decisione.

Il generale Ron Lewis, 50 anni, è stato "licenziato" in tronco con l'accusa di "cattiva condotta". Non una parola di più al momento. Anche se voci di corridoio parlano già di "relazioni improprie". Un'espressione che rimanda allo scandalo che travolse due pezzi da novanta come l'ex capo della CIA, il generale David Petraeus, e l'ex comandante delle forze in Afghanistan, il generale John Allen, entrambe coinvolti in compromettenti rapporti e scambi di email con due donne.

E proprio in un rapporto extraconiugale con una collega che frequentava le stesse stanze di lavoro sarebbe coinvolto Lewis, attirandosi le ire del capo del Pentagono che deciso di aprire un'inchiesta sulla vicenda appena informato.

"Ho disposto che questa storia sia riferita all'ispettore del Dipartimento della Difesa per avviare un'indagine", ha detto Carter. "Mi aspetto i più elevati standard di condotta dagli uomini e le donne di questo dipartimento, in particolare di quelli che servono nelle posizioni più alte. Non ci sono eccezioni", ha aggiunto con durezza, affermando di avere "fiducia nella capacità dell'ispettore generale del Pentagono nell'accertare i fatti. Il dipartimento poi - ha concluso Carter - agirà di conseguenza".

La decisione è stata presa dopo un faccia a faccia tra il segretario alla difesa e il suo braccio destro per le questioni militari. Una decisione difficile, visto il lungo rapporto professionale tra i due, con Lewis - afroamericano e originario di Chicago - che è stato assistente di Carter anche quando questi era il numero due del Pentagono. E che Carter ha fortemente voluto al suo fianco una volta diventato segretario alla Difesa.

In tempi recenti non si ricorda un siluramento del genere ai vertici del Pentagono. I più recenti predecessori di Carter - Leon Panetta e Chuck Hagel - mai hanno rimosso un generale. A differenza di Robert Gates, capo del Pentagono con George W. Bush e con Barack Obama, che in più di un caso cacciò alcuni alti ufficiali ritenuti responsabili di gravi comportamenti: tra questi l'allora numero uno della Air Force e un generale a quattro stelle che aveva guidato la guerra in Afghanistan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS