Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un terzo turista morto, otto infetti, almeno 22'000 visitatori a rischio di aver contratto il temibile virus al Yosemite, tra questi anche 2'500 stranieri con tutta probabilità tornati alle loro terre d'origine ignari del pericolo: l'emergenza causata dall'hantavirus portato da roditori infetti nel leggendario parco della California si sta ampliando.

Le guardie del parco stanno cercando di notificare 22'000 vacanzieri che sono passati per il parco da giugno ed hanno allargato l'area "a rischio": l'infezione che sino ieri si riteneva limitata ala zona del cosiddetto Curry village, dove molti visitatori campeggiano nelle tende, include da oggi anche l'area chiamata High Sierra Park: alcune delle persone malate avevano infatti soggiornato là. E gli esperti non possono escludere con certezza nessuna altra area del parco dal pericolo.

I sintomi dell'hantavirus possono impiegare sino a sei settimane prima di manifestarsi e il contagio risulta letale nel 36% dei casi. A preoccupare particolarmente i responsabili sanitari sono le almeno 2'500 persone a rischio provenienti da altri paesi e difficili da identificare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS