Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si dimette il responsabile della compliance di Hsbc David Bagley in seguito allo scandalo negli Stati Uniti, con il Senato che accusa la banca di riciclaggio. Hsbc si scusa: "ammetto che ci sono dei settori nei quali abbiamo avuto mancanze significative", afferma la presidente di Hsbc negli Stati Uniti, Irene Dorner.

L'annuncio delle dimissioni è arrivato nel corso di un'audizione in Senato, che ha stilato un rapporto nel quale accusa l'istituto di non aver rispettato le norme americane e ignorato gli avvertimenti al riguardo. Secondo il rapporto, Hsbc avrebbe effettuato 16 miliardi di dollari di transazioni con l'Iran.

Il 75-90% delle transazioni sono state realizzate tramite la filiale americana di Hsbc e altri conti in dollari senza che alcun legame con l'Iran venisse comunicato, mette in evidenza il rapporto. "Fra il 2001 e il 2007 due filiali di Hsbc, Hsbc Europa e Hsbc Medio Oriente, hanno realizzato regolarmente queste transazioni con l'Iran tramite la filiale americana".

Il presidente della commissione d'inchiesta del Senato, Carl Levin, ritiene che i manager della banca erano al corrente delle transazioni ma hanno consentito che andassero avanti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS