Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente Usa, Barack Obama, è "ovviamente preoccupato" che un uomo sia riuscito ad arrivare alla porta d'entrata della Casa Bianca pochi minuti dopo che la sua famiglia era uscita partendo alla volta di Camp David. Lo ha detto il portavoce Josh Earnest.

Il portavoce non ha specificato se Obama sia favorevole ad espandere il perimetro dei controlli intorno alla Casa Bianca in seguito all'incidente. Ma Earnest ha confermato che la sicurezza ai cancelli ed in tutto il complesso della Casa Bianca è stata rafforzata dopo l'intrusione di venerdì scorso, quando un uomo ha saltato i cancelli ed è arrivato con un coltello alla residenza presidenziale prima di essere bloccato.

Il portavoce ha confermato che il Secret Service sta mettendo sotto revisione le misure di sicurezza sia a livello tecnico che di personale. Oggi stesso l'intruso, un veterano di guerra che soffre di disturbi post-traumatici, apparirà in un tribunale federale. Omar J. Gonzalez, 42, di Copperas Cove, Texas, aveva servito nelle Forze Armate dal 1997 ed era stato messo in pensione per "invalidità" nel 2012.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS