Navigation

Usa: la "spia" russa Butina liberata, sarà rimpatriata

Maria Butina è stata rimessa in libertà KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2019 - 16:49
(Keystone-ATS)

E' stata liberata e sarà rimpatriata a Mosca la "spia" russa Maria Butina, 31 anni, condannata a 18 mesi di carcere lo scorso aprile dopo essersi dichiarata colpevole di aver cospirato contro gli Stati Uniti.

La donna aveva cercato di infiltrare la potente lobby delle armi Nra e di creare canali di comunicazione occulta tra il governo russo e il Partito Repubblicano e il suo allora candidato alla presidenza Donald Trump.

Mosca aveva protestato per la sua detenzione e Vladimir Putin aveva definito "arbitraria" la sentenza. La donna, che aveva già scontato nove mesi dopo l'arresto, non è stata condannata per spionaggio ma per aver agito come un agente straniero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.