Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

WASHINGTON - E' 'Google' la parola del decennio. Il verdetto è giunto dalla autorevole American Dialect Society (ADS), creata 121 anni fa per studiare l'evoluzione della lingua inglese nel Nord America, durante il congresso annuale della associazione tenuto in un albergo di Baltimora.
Il raduno è dedicato alla discussione di problemi che anche gli specialisti stentano a trovare affascinanti - dai dialetti della Nord Virginia al rapporto tra nomi di battesimo e longevità - ma per dare un po' di vivacità al soporifero consesso gli animatori della ADS hanno cominciato dal 1990 a scegliere la parola dell'anno.
L'iniziativa è stata imitata da altre società - come la Merriam-Webster e la Oxford English Dictionary - ma la ADS si vanta di avere inventato la tradizione anche se la scelta iniziale (nel 1990 prevalse la parola 'bushlips') non è considerata oggi una delle più felici dagli stessi dirigenti della associazione.
Le 'parole dell'anno' rispecchiano spesso i maggiori eventi del periodo: nel 1991 prevalse 'madre di tutte...' (un omaggio alla 'madre di tutte le battaglie' di Saddam Hussein), nel 1995 fu la volta di 'Web', nel 2000 si impose 'chad' (un riferimento alle schede delle contestate elezioni presidenziali Usa) e nel 2002 'armi di distruzione di massa'.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS