"Il presidente (Obama) e altri alti esponenti dell'amministrazione hanno più volte riconosciuto come un fatto storico che 1,5 mln di armeni furono massacrati negli ultimi giorni dell'impero ottomano e che un pieno riconoscimento dei fatti è nell'interesse di tutti".

Così la portavoce del Dipartimento di Stato Usa Marie Harf.

"È nell'interesse della Turchia, dell'Armenia e dell'America", ha detto Harf, aggiungendo che in maniera più ampia "uno dei principi che ha guidato il lavoro dell'amministrazione (Usa) in questo campo e nella prevenzione delle atrocità è che le nazioni sono più forti e progrediscono riconoscendo e tenendo conto degli elementi dolorosi del loro passato".

Detto questo, la portavoce non ha voluto aggiungere altro.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.