Tutte le notizie in breve

Un'area sommersa dall'acqua a seguito del passaggio dell'uragano Matthew lo scorso ottobre nella Carolina del Nord.

KEYSTONE/AP/CHUCK BURTON

(sda-ats)

Meno uragani ma più tornado. È questo il pronostico degli esperti della meteo americani che hanno appena reso note le previsioni per la cosiddetta stagione degli uragani negli Stati Uniti.

Nel periodo che va all'incirca dal primo giugno al 30 novembre quest'anno ci dovrebbero essere dunque meno uragani.

'Accuweather', una delle più precise agenzie metereologiche statunitensi, prevede una 'stagione al di sotto del normale' in termini di uragani. Ma gli esperti sottolineano l'aumentato pericolo tornado, il cui raggio di azione prima confinato al mid-west, alla zone dei 'grandi-piani' e agli Stati del Sud Usa, ora si sta ampliando persino al New England.

I tornado presentano un pericolo tutto l'anno, non solo nella stagione degli uragani, tanto che nel solo mese di gennaio in Georgia e Florida ce ne sono stati 138, contro una media annuale di 35. I tornado sono inoltre più difficili da prevedere e per questo causano più morti e danni.

A fare i conti coi rischi di tornado sono in particolare gli assicuratori, che hanno sborsato negli ultimi dodici anni all'incirca 11 miliardi di dollari per i danni causati da questo fenomeno naturale.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve