Navigation

Usa: Michael Bloomberg è pronto a candidarsi per il 2020

Convinto della debolezza di altri candidati democratici, è pronto a scendere in campo. KEYSTONE/AP/JOHN LOCHER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 novembre 2019 - 07:22
(Keystone-ATS)

L'uragano Michael Bloomberg è pronto ad abbattersi sulla corsa alla Casa Bianca e sfidare Donald Trump. L'ex sindaco di New York - secondo le indiscrezioni riportate dal New York Times - dovrebbe presentare già nelle prossime ore la documentazione per candidarsi.

E dovrebbe farlo nello stato dell'Alabama, dove venerdì è il termine ultimo per poterlo fare e accedere così alle primarie. Anche se Bloomberg non ha ancora deciso al 100% se scendere in campo o meno, il deposito dei documenti gli consente di lasciarsi la porta aperta nel caso sciogliesse le riserve e decidesse di sfidare Trump, l'altro miliardario di New York, attualmente inquilino della Casa Bianca.

A spingere Bloomberg a considerare seriamente la candidatura è il parterre dei democratici. A suo avviso - secondo indiscrezioni riportare dal New York Post - Joe Biden è "debole", mentre Bernie Sanders ed Elizabeth Warren "non possono vincere". Alcuni stretti collaboratori di Bloomberg riferiscono che l'ex sindaco è convinto che Trump sarà rieletto se Warren dovesse incassare la nomination democratica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.