Navigation

Usa: migliaia in piazza per marcia donne, è solo l'inizio

Migliaia di donne protesta negli USA KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2020 - 21:02
(Keystone-ATS)

Migliaia di persone scendono in piazza negli Stati Uniti per la Women's March, una marcia che - secondo gli organizzatori - è solo l'inizio di quello che sperano sia il risultato delle elezioni, ovvero rimuovere Donald Trump dalla Casa Bianca.

Da Washington a New York, passando per Los Angeles e Denver e sfidando la neve e le temperature rigide, migliaia di persone manifestano in quella che è la quarta marcia annuale delle donne. A New York l'appuntamento è a Columbus Circle, non lontano dalla Trump Tower. Sul palco fra gli altri sale Evelyn Yang, la moglie del candidato democratico alla Casa Bianca, Andrew Yang. Evelyn ha di recente confessato di essere stata molestata dal suo ginecologo quando era incinta.

A Washington non ci sono star o vip. A prendere la parola è però Martin Luther King III, il figlio di Martin Luther King. Dal palco introduce sua moglie, l'attivista Andrea Waters King che ricorda ai manifestanti come il 2020 è il 100mo anno da quando le donne hanno conquistato il diritto di voto. "Ricordarlo non è abbastanza" dice invitando la folla a fare del nuovo decennio un'occasione per creare nuove libertà.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.