Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Usa: modella obbligata a prostituirsi, viaggio-inferno a Ny

È stata attirata a New York con la promessa di regali e denaro da parte di un ragazzo con cui si scambiava messaggi su Instagram, ma il viaggio dalla Florida alla Grande Mela per una giovane modella si è trasformato in un incubo. La ragazza, riporta il Daily News, è stata chiusa in un hotel e costretta a prostituirsi dal 28enne Kevon Attz, di Brooklyn.

Secondo quanto contenuto nella denuncia presentata in tribunale, lui minacciava di ucciderla e gettarla nel fiume se non si fosse prostituita. La modella, di cui non è stato diffuso il nome, è di Clearwater, è madre di due bambini, e da giugno lavora per la Florida Modeling Network.

Attz le ha promesso che si sarebbe preso cura di lei e dei figli se si fosse trasferita a New York, ma quando è arrivata - sempre secondo il Daily News - l'ha portata in un hotel, l'ha rinchiusa in una stanza lasciandola senza cibo, e le ha detto che l'unico modo per lei di rimanere in vita era quello di diventare la sua prostituta.

Lo scorso sei luglio ha telefonato alla madre chiedendole di mandarle dei soldi. Quando il 28enne l'ha portata a ritirare il denaro a Brooklyn, la modella è riuscita a dare l'allarme e la polizia ha arrestato Attz, che ora è rinchiuso nel carcere di Rikers Island con l'accusa di induzione alla prostituzione e sequestro di persona.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.