Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Julian Bond, attivista dei diritti civili ed ex presidente della Naacp, la principale organizzazione per la difesa dei diritti degli afroamericani, è morto all'età di 75 anni nella sua casa di Walton Beach, in Florida.

Lo ha reso noto oggi con un comunicato il Southern Poverty Law Center, di cui Bond era stato presidente.

"Con la morte di Julian, il Paese perde una delle più principali voci in difesa della giustizia", ha dichiarato il fondatore del Center Morris Dees, sottolineando che il suo impegno non è stato solo in difesa degli afroamericani "ma di ogni persona vittima di oppressione e discriminazione".

Nato a Nashiville, in Tennessee, Bond veniva considerato un simbolo del movimento per i diritti civili degli anni sessanta, soprattutto per il suo impegno all'interno dello Student Non-Violent Coordinating Committee, che partecipò a fondare trovandosi in prima linea in tutte le manifestazioni e le proteste. Deputato nell'assemblea legislativa della Georgia, era stato anche professore all'American University e all'University of Virginia.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS