Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Una cerimonia ecumenica in una cornice da sogno per il matrimonio di Chelsea Clinton, l'ex first daughter della Casa Bianca, una protestante metodista, unitasi in serata al giovane finanziere Mark Mezvinsky, di religione ebraica.
Luogo della festa numziale: l'Astor Court Estate, costruita all'inizio del Novecento sul modello del Grand Trianon di Versailles; si trova su un vasto prato incorniciato da alberi, adagiato sulle sponde dell'Hudson, a circa 150 chilometri a nord di New York, nei pressi dell'elegante cittadina di Rhinebeck.
A pochi passi dal palazzo eretto dall'architetto Stanford White per il miliardario Jacob Astor IV, c'era il gazebo nuziale, quello del doppio sì tra Chelsea, 30 anni, e Marc, 32 anni, suo fidanzato storico, conosciuto quando ambedue erano adolescenti. A celebrare il rito sono stati, insieme, il reverendo William Shillady e il rabbino James Ponet.
I due giovani si sono uniti in matrimonio alla presenza della famiglia e degli amici più stretti, in una giornata definita "perfetta" dall'ex coppia presidenziale Bill e Hillary, attuale segretaria di Stato.
Gli americani hanno parlato di matrimonio dell'anno, o del decennio. Alcuni commentatori lo hanno addirittura definito il matrimonio del secolo, dimenticando forse che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama - che non c'era, non essendo stato invitato alle nozze della figlia del suo predecessore Bill Clinton e della sua segretaria di Stato ed ex rivale per la Casa Bianca Hillary - ha due figlie, Sasha e Malia, che prima o poi si sposeranno.
Fatto sta che l'interesse della stampa, sia quella tradizionale sia quella rosa, sia quella internazionale e quella televisiva più in generale, è stato degno di un matrimonio hollywoodiano o addirittura di quello di una principessa di una famiglia reale europea.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS