Navigation

Usa: Obama cala nei sondaggi, oggi vincerebbe Romney

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2012 - 17:45
(Keystone-ATS)

Il tasso di gradimento di Barack Obama è sceso sotto il 50% e per la prima volta il presidente americano è stato superato dal probabile rivale repubblicano, Mitt Romney, nelle intenzioni di voto. Lo rivela un sondaggio di Abc e Washington Post che vede Obama al 47% nelle intenzioni di voto in un eventuale duello con l'ex governatore del Massachusetts, al 49%.

Il sondaggio ha evidenziato un sostegno crescente a livello nazionale anche per Rick Santorum, l'ex senatore vicino alla destra religiosa che contende a Romney la nomination nel Grand Old Party: se si sfidassero oggi per la Casa Bianca, il presidente uscente lo batterebbe di misura, il 49% contro il 46%.

Il rilevamento indica che solo il 46% degli americani apprezza il lavoro di Obama con un 50% che lo disapprova. A febbraio la percentuale era rovesciata con un 50% che approvava e un 46% che disapprovava.

Gli esperti sostengono che sul calo pesa l'aumento del prezzo dei carburanti che non si è ancora arrestato: a maggio potrebbe arrivare a 4,25 dollari a gallone contro la media attuale di 3,60. Fino al 2004 il prezzo non superava i due dollari. Il 59% degli intervistati valuta Obama negativamente sull'economia e il 65% lo critica proprio per come ha gestito la questione dei prezzi dei carburanti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?