Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Casa Bianca, alla vigilia della storica visita di Barack Obama in Alaska, ha annunciato l' l'intenzione del presidente americano di cambiare il nome della montagna più alta del Nordamerica, il monte McKinley.

Il presidente intende ridarle il suo nome originario e tradizionale di Denali, quello che gli era stato dato dai nativi della regione.

Denali è una parola che nella lingua Athabascan significa "la grande montagna". La decisione nel 1896 di rinominarlo McKinley da parte dei colonizzatori, in onore del 25mo presidente Usa William McKinley, ha rappresentato fino ad oggi una ferita aperta per la popolazione dell'Alaska, che al di là del nome ufficiale ha continuato a chiamare la montagna Denali.

È alta 6.194 metri ed ha un'ascesa più larga e graduale di quella dell'Everest. Molti politici dell'Ohio, stato da cui proveniva McKinley, si sono opposti con tutte le forze al cambiamento del nome. Ma alla fine il presidente Obama è ricorso ai poteri che il Dipartimento degli Interni ha nel cambiare i nomi geografici ufficiali.

Durante la visita in Alaska il presidente Usa punterà l'attenzione sull'emergenza legata ai cambiamenti climatici, le cui conseguenze in Alaska sono ben visibili con lo scioglimento dei ghiacciai e l'innalzamento del livello del mare. Dovrà però far fronte alle critiche di chi non gli ha perdonato di aver dato alla Shell i permessi per trivellare al largo delle coste dello Stato.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS