Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel suo consueto discorso del sabato mattina, il presidente Barack Obama è oggi tornato ad esortare il Congresso ad agire per evitare una serie di automatici tagli alla spesa, definiti 'sequester', che, ha detto, infliggerebbero "un duro colpo alla classe media e a tutta la nostra economia".

"Se sarà consentito che il sequester abbia luogo, migliaia di americani che lavorano in settori della sicurezza nazionale, dell'insegnamento o dell'energia pulita rischieranno di essere lasciati a casa. Pompieri e ispettori sanitari potrebbero perdere il lavoro", ha detto Obama, ammonendo anche sui rischi per "le nostre capacità militari".

"Già ora, la minaccia di profondi tagli ha costretto la Marina a ritardare l'invio di una portaerei che doveva essere dispiegata nel Golfo Persico. Come i nostri leader militari hanno chiaramente detto - ha aggiunto - cambiamenti come questo possono avere effetti sulla nostra capacità di rispondere a minacce in regioni instabili del mondo".

Ma due mesi fa "abbiamo affrontato una scadenza simile ... democratici e repubblicani si sono uniti e hanno compiuto tagli responsabili e cambiamenti al nostro codice fiscale pr abbassare il nostro deficit", ha detto ancora Obama, aggiungendo che, pertanto, "il mio messaggio al Congesso è. continuiamo a lavora assieme per risolvere il problema", perchè "mentre gli economisti affermano che la nostra economia e sulla strada per compiere progressi, dovremmo evitare di auto-infliggerci dei colpi che possano mettere tali progressi a rischio".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS