Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Letteralmente nel giro di una notte, il prezzo di un farmaco che cura infezioni parassitarie anche letali come la toxoplasmosi, è salito da 13.50 dollari la pillola a 750.

Medici e specialisti americani di malattie infettive hanno protestato contro l'incredibile impennata del costo, avvenuta subito dopo che i diritti del farmaco - peraltro vecchio di 60 anni - sono stati acquisiti dalla azienda 'Turing Pharmaceuticals': una start-up guidata da un ex manager di hedge-fund,Martin Shkreli, 32 anni.

Il farmaco con il nome commerciale di 'Daraprim', a base di 'pyremethamine' viene usato regolarmente negli ospedali Usa ed è anche un anti-malarico.

Secondo Judith Aberg - direttore del reparto infettivo del Mount Sinai hospital di New York - non solo non c'è giustificazione all'aumento del prezzo, ma "il rischio è che i medici inizino a curare i malati con medicine meno efficaci, ma meno costose".

Shkreli ha difeso l'aumento clamoroso, sostenendo che con i proventi l'azienda potrà finanziare nuovi studi per la messa a punto di farmaci alternativi al 'Daraprim'.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS