Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ennesima tragedia dovuta alle armi facili negli Usa: a Detroit, un ragazzino di 11 anni è stato incriminato per aver ucciso con un colpo di pistola al volto un bambino di appena tre anni.

Secondo la ricostruzione della polizia, l'11enne, di cui non è stata resa nota l'identità per la sua giovane età, ha preso l'arma dal comodino del padre e l'ha lanciata dalla finestra, nel giardino della casa. Poco dopo l'ha recuperata ed è entrato in un'auto su cui è poi salito il piccolo, Elijah Walker. A quel punto, il ragazzino ha sparato, ma la dinamica non è chiara.

Il tribunale minorile della città lo ha incriminato per omicidio con un'arma usata volontariamente ma senza malvagità. La cauzione è stata fissata a 5'000 dollari. All'udienza preliminare, lunedì mattina, il suo avvocato ha affermato che il ragazzino frequenta saltuariamente la scuola e potrebbe non essere del tutto in grado di subire un processo, secondo quanto riferisce il Detroit Free Press, aggiungendo che davanti al giudice sembrava sperso. Alla domanda se avesse domande fare ha semplicemente risposto "no".

E alla domanda se il padre possa essere a sua volta incriminato, una portavoce del procuratore della contea ha risposto che non è stato preso alcun provvedimento, ma le indagini sono ancora in corso.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS