Navigation

Usa: record retate anti-armi a Ny, 160 arresti in 7 giorni

Era da 25 anni che a New York non si effettuavano tanti arresti per possesso di arma da fuoco. (foto d'archivio) Keystone/AP/SETH WENIG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 settembre 2020 - 18:36
(Keystone-ATS)

La città di New York ha un altro primato negativo: in una settimana è stato raggiunto il record di arresti per possesso di arma da fuoco, in totale 160 dal 31 agosto al 6 settembre, oltre il doppio rispetto allo stesso periodo del 2019 (72).

L'ultimo dato simile risale a 25 anni fa quando la città era alle prese con la criminalità violenta.

Gli arresti sono stati effettuati durante un altro record di retate anti-armi, 436 in un mese. Si tratta di un aumento di oltre il 36% rispetto allo stesso periodo nel 2019, quando furono compiuti 320 blitz, riportano i media americani.

Contemporaneamente il tasso di omicidi nella città di New York è salito del 59%, in particolare in seguito alle proteste scoppiate per la morte dell'afroamericano George Floyd a fine maggio, mentre le sparatorie sono aumentate del 177%. Nonostante ciò l'amministrazione comunale ha tagliato di un miliardo di dollari il budget destinato alla polizia.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.