Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il giudice Anthony Kennedy (al centro).

KEYSTONE/AP/STEVEN SENNE

(sda-ats)

La Corte Suprema americana ascolta il caso del pasticciere del Colorado che ha rifiutato una torta a una coppia gay per le loro nozze in nome del primo emendamento.

Un caso importante e molto seguito, che vede il pasticciere Jack Philips difendere la sua libertà di espressione e religione.

Gli occhi sono sul giudice Anthony Kennedy che, con il suo voto, ha aperto al riconoscimento delle nozze gay negli Stati Uniti nel 2015. Proprio Kennedy, nell'ascoltare le motivazioni di Phillips, sembra scettico.

Fuori dalla Corte Suprema si affrontano a suon di slogan i sostenitori delle due parti in causa. Da un lato ci sono gli attivisti dei diritti gay schierati con la coppia che si è vista rifiutare la torta, dall'altra ci sono i sostenitori di Phillips e della sua pasticceria Masterpiece Cakeshop: "siamo con te" dicono.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS