Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora una volta sparatoria coinvolge una scuola in America. Ieri è successo davanti ad un liceo, la Brashear High School di Pittsburgh, in Pennsylvania, dove tre ragazzi sono stati feriti con colpi d'arma da fuoco.

Secondo quanto hanno riferito alcuni testimoni, a sparare sarebbero state tre persone vestite di nero, da una collina nel bosco che è davanti alla scuola. A farne le spese sono stati tre ragazzi, due di 17 anni e uno di 16, amici tra loro, che finite le lezioni, nel primo pomeriggio, stavano dirigendosi verso una macchina nel parcheggio. Le loro condizioni vengono giudicate stabili. Sono stati feriti in maniera non grave. Uno di striscio alla testa, un altro sempre di striscio al collo e il terzo ad un piede.

Secondo la ricostruzione delle autorità locali, il ragazzo ferito alla testa è subito tornato indietro, nella scuola, a cercare rifugio e dare l'allarme. Immediatamente tutte le porte dell'edificio sono state chiuse e nessuno è più potuto entrare o uscire per ore.

Allo stesso tempo, anche la polizia ha immediatamente avviato una caccia all'uomo, in tutta la zona, sulla collina e nel bosco di fronte alla scuola, che con 1416 studenti è il liceo più grande della città. Nello stesso edificio c'è inoltre la sede della scuola media South Hills Middle School, che a sua volta ha 580 studenti.

Nel giro di un paio d'ore, gli agenti delle swat, le forze speciali della polizia Usa, hanno circondato una casa non lontano dal luogo della sparatoria e hanno fermato almeno tre persone. Poi è stato reso noto che è stata fermata anche una quarta, e quindi altre due.

Una portavoce della polizia, Dianne Richard, ha affermato che le persone fermate non sono "sospetti", ma che al momento nessuno è stato incriminato. Fonti di polizia citate da un giornale locale, il Pittsburgh Post-Gazette, hanno riferito che le tre vittime conoscevano la persona o le persone che hanno aperto il fuoco e che la sparatoria di oggi potrebbe essere collegata con una rissa scoppiata nella scuola poco meno di un mese fa e probabilmente dovuta ad una violenta disputa su questioni di droga. Una rissa che aveva allora portato alla chiusura della scuola per una settimana, fino a quando uno studente non ha deciso di ritirarsi dai corsi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS