Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le sanzioni imposte a Mosca da Usa ed Europa devono suonare come un monito anche nei confronti della Cina, e contro ogni tentazione da parte di Pechino di usare la forza per far valere le proprie rivendicazioni territoriali, come fatto dalla Russia con la Crimea. Lo ha detto nel corso di un'audizione in Congresso Daniel Russel, consigliere per l'Asia orientale di Barack Obama.

"È difficile capire quali siano le intenzioni di Pechino - ha affermato Russel - ma la vicenda della Crimea genera preoccupazioni tra gli alleati degli Stati Uniti in Asia". "Per questo - ha rincarato - bisogna fare pressioni sulla Cina per assicurarci che rimanga impegnata sul fronte della risoluzione pacifica dei problemi e delle controversie".

SDA-ATS