Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Usa: scambiata per prostituta, fermata attrice Django

Finita in manette per essere stata scambiata per una prostituta, mentre in auto si lasciava andare ad effusioni col suo fidanzato di razza bianca. È la disavventura capitata a Los Angeles all'attrice afroamericana Daniele Watts, nota soprattutto per aver recitato in "Django Unchained", di Quentin Tarantino.

Un video la ritrae ammanettata accanto a un agente mentre piange e cerca di spiegarsi. La vicenda ora rischia di scatenare un nuovo polverone, con tanti che già gridano all'ennesimo episodio di razzismo. Tanto che la polizia è stata costretta ad avviare un'indagine per verificare se l'operato degli agenti coinvolti sia stato in linea con le normali procedure.

Del resto l'episodio si è verificato quando ancora non si è placata negli Usa la polemica per il caso di Michael Brown, il giovane di colore disarmato ucciso dalla polizia di Ferguson, in Missouri.

In un post pubblicato dalla stessa Watts sul suo profilo Facebook si legge: "Oggi sono stata ammanettata e arrestata da due agenti di polizia dopo essermi rifiutata di ammettere di aver fatto qualcosa di male manifestando affetto, completamente vestita, in un luogo pubblico". L'attrice ha poi descritto l'intera sequenza dell'arresto raccontando che quando l'agente è arrivato lei era appoggiata ad un albero parlando con il padre al cellulare.

Secondo la polizia di Los Angeles gli agenti hanno risposto ad una chiamata con la quale si denunciava che una coppia era intenta in atti osceni all'interno di una Mercedes argento con la porta aperta. "Hanno fatto solo il loro dovere - ha detto un portavoce - la Watts è stata fermata perché si è rifiutata di fornire la sua identità. Quando alla fine è stato stabilito che non è stato commesso alcun crimine, lei e il suo compagno sono stati rilasciati".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.